Prestiti cambializzati senza spese: come ottenerli

Tempo di lettura: 3 minuti

n questo periodo di crisi che sta travolgendo tante persone ma anche diversi istituti di credito, è sempre più complicato ottenere un prestito e le società di credito hanno sempre canoni più rigidi. Richiedere liquidità è ancora più difficile per le persone che non hanno una busta paga da presentare, un reddito esigibile o che sono stati segnalati come cattivi pagatori, quindi sono stati iscritti alla Crif.

Il prestiti cambializzati, sono molto più semplici da ottenere in quanto a fronte della cifra richiesta ed erogato il titolare del contratto firmerà delle cambiali, che diventeranno a tutti gli effetti la garanzia del prestito, e prenderanno il posto delle comuni rate.

Questo tipo di prestito si ottiene in pochi giorni. Un aspetto positivo di questo prestito è l’assenza delle spese di istruttoria della pratica, che di solito sono abbastanza elevate.

Quando si richiede un prestito la prima domanda che ci si pone riguarda il tasso d’interesse che verrà applicato al prestito, senza pensare a quanto su tale operazione incidono le spese legate all’istruttoria delle pratica.

Cosa sono le spese di istruttoria pratica

Quando si valuta un prestito- in particolare i prestiti personali- che incidono sul totale della somma di denaro che si restituirà all’istituto di credito due tipi distinti di tasso d’interesse :

  • tan che sono gli intessi applicati al capitale erogato dalla banca
  • taeg che comprende tutte le spese accessorie del finanziamento e quindi anche le spese di istruttoria della pratica.

Ecco perchè i prestiti cambializzati sono senza spese

Nei prestiti cambializzati, le spese di pratica sono assenti, in quanto la banca o l’ azienda che eroga prestiti personali, dopo aver raccolto tutti i documenti dei futuri clienti che chiedono un finanziamento, mettono in moto un lungo e attento iter burocratico volto a valutare le credenziali del cliente.

Da passare sotto la lente d’ingrandimneto: posizione lavorativa, busta paga o dichiarazione dei redditi, accertamenti catastali , nel caso di prestiti che abbiano come garanzia degli immobili o posizione del garante per chi si avvale di una firma di garanzia.

In poche parole tutta la trafila che l’istituto di credito mette in atto per tutelarsi prima di rilasciare il prestito, le fa pagare al cliente, chiamandole spese d’istruttoria pratica.

Tutte queste spese con i prestiti cambializzati, non ci sono. L’unica spesa che il cliente sostiene per un prestito cambializzato, è legata all’ imposte di bollo, che è una tassa di poco più di quattordici euro, un pagamento richiesto dallo Stato che si paga con l’incasso della prima cambiale e solo uno volta, l’imposta di bolla è calcolata in basa alla liquidità richiesta.

In alcuni casi alcune società di credito in attesa dell’approvazione del finanziamento richiedono anche un anticipo di credito, soldi che saranno persi in caso di risposta negativa, con i prestiti cambilizzati anche questa spesa è abolita, in quanto l’esito della richiesta arriva in poche ore.

Una aspetto da non sottovalutare è legato al tasso di interessi applicato, in quanto con il prestito cambializzato questo tasso rimane fisso e non cambia con il tempo, mantenendo costatante la rata mensile che si paga.

Con i prestiti cambilizzati non vi sono spese accessorie

Per ottenere un prestito cambilizzato non è necessario avere un conto corrente per l’incasso della rata, infatti la cambiale va pagata semplicemente allo sportello della banca che ha rilasciato il credito o in un associato all’agenzia di prestiti a cui ci si è rivolti, questo è un altro vantaggio che fa abbassare i costi legati al prestito richiesto, in quanto il cliente non è ogni mese costretto a fare i conti con i costi dell’incasso della rata, una somma che cambia a seconda dell’istituto di credito dove si ha il conto corrente bancario.

Con un prestito cambializzato le spese per estinguere il finanzaimante in modo anticipato sono molto meno costose e complicato di un comune prestito personale.

Avviare le pratiche per un estensione anticipata del debito, non si devono pagare spese accessorie , zero spese per pratica per la procedura di estinzione. Quando si decide di estinguere un prestito cambilizzato prima della scadenza del contratto, non ci sarò nessun tipo di penale da pagare, il cliente dovrà solo versare il restante debito e consegnare all’istituto che ha erogato la liquidità le cambiali che saranno annullate, senza nessun costo.