Categorie
Cessione del Quinto Conti correnti Mutuo casa

Come aprire un conto corrente

Tempo di lettura: 3 minuti

Chiunque sente la necessità, prima o poi, di aprire un conto corrente, un contratto bancario essenziale per gestire i propri soldi. Con il conto corrente la banca offre diversi servizi (carta di debito o credito, Internet Banking, libretto assegni, domiciliazione di bollette, ecc.).

Ognuno di noi ha le proprie esigenze: c’è chi preferisce recarsi presso la filiale di una banca, chi aprire il conto corrente online, scegliere tra conto ordinario o a pacchetto a seconda delle operazioni bancarie ed extra-bancarie previste in un anno.

In questo articolo cercheremo di rispondere a tutte le domande più comuni in merito all’apertura di un conto presso una banca come, ad esempio:

In ogni caso, durante la fase di scelta, è opportuno chiedere spiegazioni e consigli all’operatore, o consulente, su qualsiasi punto che non risulti chiaro

Ti raccomandiamo di rivolgerti sempre ad un istituto di credito serio, consolidato e sicuro. Ricorda che, al momento della sottoscrizione del contratto, la banca dovrà rilasciare un Foglio Informativo contenente tutte le indicazioni sulle possibili operazioni da effettuare.

Informati bene sui costi o sul canone periodico, sulle condizioni e considera che, il più delle volte, aprire un conto corrente online è a costo zero. 

Vediamo come si apre un conto corrente.

Come aprire un conto corrente: la procedura

Aprire un conto corrente è un’operazione semplice e più o meno rapida a seconda che si tratti di banca tradizionale (se vuoi recarti presso una filiale) oppure online. Aprire un conto online è, senza dubbio, la procedura più rapida: si evitano attese e l’interazione diretta con il personale.

Ad ogni modo, i classici step sono tre:

  • leggere con attenzione tutte le condizioni riferite al conto corrente per evitare brutte sorprese dopo la sottoscrizione del contratto;
  • consegnare il contratto firmato allegando le dichiarazioni di presa visione del Foglio Informativo ed il consenso al trattamento dei dati;
  • consegnare alla banca copia del documento d’identità e codice fiscale.

Una volta raccolta la documentazione, la banca procederà con l’attivazione del conto completo di IBAN (International Bank Account Number) personale, fondamentale per fare bonifici, e codice cliente.

Il conto online verrà attivato dopo l’identificazione da parte della banca.

Documenti necessari per aprire un conto corrente

Al momento dell’apertura del conto corrente, dovrai fornire alla banca i seguenti documenti:

  • copia del documento di identità (patente, carta d’identità, passaporto, ecc.) in corso di validità;
  • copia del codice fiscale valido;
  • certificato di residenza (solo se la banca lo richiede espressamente).

Se scegli un conto cointestato, la banca chiederà i documenti di tutti i titolari del conto. 

In seguito, basterà attendere le indicazioni della banca per la procedura nel corso della quale bisognerà rispondere ad un questionario per la profilazione (normativa antiriciclaggio).

L’istituto di credito potrebbe richiedere altri documenti previsti per alcune categorie come, ad esempio, il certificato di iscrizione per lo studente universitario.

Chi può aprire un conto corrente?

Chiunque abbia raggiunto la maggiore età. I minorenni possono richiedere il libretto di risparmio (un tipo di deposito) oppure una carta ricaricabile.

Quale banca scegliere per aprire un conto corrente?

Bisogna confrontare le informative dei vari istituti di credito valutando le migliori condizioni per scegliere un conto corrente in base alle proprie esigenze.

Condizioni e spese variano da banca a banca ed in base ad alcuni fattori come età dell’intestatario, servizi richiesti. In più, tutto dipende dalle offerte bancarie del momento.

Riguardo ai costi, spesso risulta più vantaggioso aprire un conto corrente online ma verifica l’affidabilità ed i sistemi di protezione della banca prescelta.

Puoi scegliere fra 3 diversi tipi di conto corrente:

  • esclusivamente online con condizioni economiche più competitive per via dell’operatività virtuale e gestione completamente autonoma. Dovrai accettare di sostenere maggiori costi per eventuali operazioni ‘a sportello’;
  • ‘a sportello’, quindi presso una filiale fisica. E’ l’opzione più adatta a chi privilegia il contatto personale a scapito dell’operatività virtuale;
  • online e ‘a sportello‘, una formula che prevede costi simili per operazioni virtuali e tradizionali.