Categorie
Cattivi pagatori Prestiti tra Privati

Social Lending per cattivi pagatori – Cos’è e come ottenerlo

Tempo di lettura: 2 minuti

I cattivi pagatori sono coloro che non hanno pagato le rate di un finanziamento, ma anche se sono segnalati al CriF, anche loro possono affidarsi al Social Lending. Vediamo quindi come è possibile richiedere un prestito proprio attraverso il Social Landing.

La Centrale dei Rischi Fiscali gestisce tutte le informazioni creditizie attraverso una banca dati che raccoglie le richieste di finanziamento e i dati delle persone che hanno richiesto un prestito. Tutte le banche e gli istituti di credito si affidano a questo database prima di concedere un finanziamento ed esaminare l’attendibilità creditizia dei clienti. Anche se solitamente ai cattivi pagatori non vengono concessi prestiti esiste comunque un modo per ottenerli, ovvero affidarsi al Social Lending.

Cos’è il Social Lending per cattivi pagatori

Il Social Lending è semplicemente un prestito tra privati fatto su internet e quindi su due persone che non si conoscono. Questa tipologia di finanziamento, largamente utilizzata all’estero, è chiamata peer-to-peer lending e viene eseguito su specifiche piattaforme web. Siti come Soisy, Smartika o Prestiamoci permettono l’incontro tra chi cerca un prestito e chi ha la disponibilità di prestare una somma di denaro. In ogni caso le società di Lending sono sempre in contatto con la Banca d’Italia e con il database del CriF, soprattutto per verificare l’affidabilità finanziaria dei clienti. Però, a differenza degli altri istituti di credito, le società di lending non bocciano automaticamente una richiesta di prestito, anche se viene da un cattivo pagatore. Infatti utilizzano i dati in loro possesso per stilare un punteggio relativo alla pericolosità dell’investimento. In generale a questo punteggio contribuiscono:

  • la situazione lavorativa del futuro cliente
  • il contratto con cui è assunto
  • il reddito annuo
  • i beni che possono essere utilizzati come garanzia

In generale però possiamo dire che il Social Lending, e quindi tutta la gamma dei prestiti tra privati, sono un ottimo modo per richiedere somme di denaro se si è protestati o cattivi pagatori. Infatti sarà necessario un semplice accordo scritto tra le parti o la sottoscrizione di una cambiale.

Altre soluzioni di prestiti per cattivi pagatori


Oltre al Social Landing esistono sicuramente altre soluzioni di prestiti dedicate ai cattivi pagatori, ma vengono richieste ulteriori garanzie. Infatti i cattivi pagatori sono visti dalle banche come individui finanziariamente inaffidabili visto che non hanno onorato le rate di un contratto. In sostanza non hanno tenuto fede agli accordi o ai finanziamenti che avevano stipulato con la banca. Proprio per questo gli istituti di credito richiedono molte più garanzie in modo da essere sicuri di rientrare dell’investimento. Però come abbiamo detto anche i cattivi pagatori possono richiedere prestiti e, oltre al Social Lending, hanno a disposizione altri strumenti quali:

  • la cessione del Quinto
  • prestiti senza bustapaga
  • prestiti cambializzati e fideiussione
  • finanziamenti senza garante

Perciò possiamo dire che le opportunità, sia per i cattivi pagatori che per i finanziatori, sono senza dubbio vantaggiose anche per i tassi di interesse. Anche per il creditore ci sono notevoli possibilità di guadagno, soprattutto se vuole fare un investimento ad alto rischio, e ad alto guadagno, sfruttando il basso merito di credito di un protestato.