Categorie
Carte di credito

Come scegliere il conto corrente: le cose da sapere

Tempo di lettura: 4 minuti

Hai la necessità di aprire un conto corrente e sai che, sul mercato, sono disponibili molti prodotti finanziari. Talvolta, una varietà così ampia di possibilità potrebbe disorientare; la cosa migliore, in questi casi, è partire dalle tue esigenze.

Porti qualche domanda sulle tue abitudini e i tuoi obiettivi ti aiuterà sicuramente a vederci più chiaro, e focalizzare la tua attenzione su una cerchia ristretta di conti correnti.

L’apertura di un conto corrente: quali esigenze

La prima domanda che sarebbe opportuno porsi riguarda la finalità del conto corrente, ossia se questo è per le tue esigenze o per quelle della tua famiglia.

La questione non è di scarsa rilevanza, visto che più sono le persone a utilizzare il conto, maggiori saranno le operazioni da contabilizzare. In base alla risposta che ti darai, puoi valutare l’opportunità di aprire un conto intestato solamente a te, cointestato con il o la partner, oppure con delega a un terzo di tua fiducia.

Molte banche offrono servizi diversificati per i clienti e alcuni istituti sono specializzati in determinate tipologie di conti correnti, ritenuti più convenienti rispetto ad altri.

Negli ultimi anni, i conti correnti sono strutturati in modo da soddisfare sin nel minimo dettaglio le esigenze di tutti. Per questo motivo hai la possibilità concreta di scegliere un prodotto su misura per te, purché abbia chiare in mente le tue necessità.

Che tipo di cliente sei: digitale o tradizionale?

Questa è una delle domande chiave che dovrai porti prima di approcciarti a un qualsiasi prodotto bancario.

Sei una persona con molto tempo libero e che preferisce, in tutti i casi, un approccio umano con un operatore allo sportello? In questo caso, è opportuno limitare la scelta a quei conti correnti che prevedano l’apertura e la gestione in filiale. A questo punto, dovrai valutare quali banche siano ubicate nelle vicinanze del tuo domicilio, per consentirti di recartici comodamente e senza stress.

Inoltre dovrai informarti su quale conto corrente sia meno dispendioso, in termini di rapporto tra servizi offerti e canone mensile.

Se il tuo cuore, invece, batte per il mondo digitale e consideri unicamente i conti correnti online hai di fronte a te un’ampia offerta di conti correnti. Grazie a questi conti, con uno smartphone e la connessione a internet potrai eseguire operazioni bancarie 7 giorni su 7, 24 ore al giorno,

É ormai una prassi consolidata che i gruppi bancari più grandi, oltre ai conti tradizionali in filiale, offrano conti correnti online predisposti dai loro alter ego digitali, con prodotti dedicati a specifici target di clientela.

La carta di debito: come intendi utilizzarla

La carta di debito, quello che molti chiamavano bancomat, è uno strumento di pagamento e di prelievo di denaro contante presso gli ATM.

Dovrai domandarti qual è la modalità prevalente con cui utilizzerai la carta di debito; se ti rechi spesso allo sportello per effettuare prelievi, devi considerare che la maggior parte delle banche, soprattutto quelle con molte filiali, applicano una commissione per prelievi di contanti presso ATM di altre banche.

Quindi, per evitare spese fuori controllo e che potresti contenere con facilità, puoi scegliere un conto corrente in cui le operazioni di ritiro di denaro presso altri istituti siano gratuite.

Per quanto riguarda i pagamenti con la carta di debito presso gli esercizi commerciali, la maggior parte delle banche non prevede alcun costo. In ogni caso vale la pena una verifica di un eventuale limite operativo nel foglio informativo dell’istituto che la emette.

Carta prepagata: valutare il suo utilizzo

Se ti serve una carta prepagata per acquisti e pagamenti, sia nei negozi fisici che in quelli online, potresti considerare i prodotti Fintech, costituiti da carte conto che racchiudono le funzionalità tipiche di un conto corrente e di una carta di pagamento in un unico strumento.

Nel caso in cui tu disponga già di un conto corrente, puoi richiederne una alla tua banca, se le condizioni applicate ti soddisfano.

Altrimenti, puoi contare su una vasta offerta di carte prepagate, strutturate secondo le necessità di una clientela sempre più diversificata, in base alle proprie abitudini di pagamento, ricarica e spostamenti, in Italia e all’estero.

La differenza tra una carta rispetto a un’altra può essere anche molto marcata, soprattutto nei massimali di saldo disponibile, compreso in un range tra 2500 euro e importo illimitato.

La carta di credito associata al conto

Uno degli strumenti di pagamento più apprezzati, nell’ambito di un prodotto bancario, è costituito dalla carta di credito.

Anche in questo caso, ne esistono di tantissime tipologie e caratteristiche; la differenza rispetto alla carta di debito e quella prepagata è che il saldo disponibile, ossia il massimale di spesa mensile, è costituito dal plafond assegnato dalla banca al titolare e che può essere di importi differenti, da 700 euro a un importo senza limite.

Se la carta di credito è parte integrante delle tue abitudini, è necessario soffermarsi con attenzione su quale possa incontrare al meglio le tue esigenze. In particolare per quanto riguarda la modalità di rimborso che per i costi di gestione, anch’essi variabili in base all’emittente.

Quali operazioni effettuare con il conto corrente

In sintesi, dovrai passare allo scanner le tue abitudini finanziarie, e pensare a tutte le operazioni che svolgi, più o meno di frequente, tramite un conto corrente bancario. Facciamo alcuni esempi:

  • Paghi l’affitto con un bonifico ricorrente?
  • Intendi predisporre l’addebito delle utenze sul conto?
  • Utilizzi il telepass?

Hai intenzione di beneficiare di sconti sulle polizze assicurative erogate dagli istituti bancari, che proponendo pacchetti ad hoc consentono un abbattimento dei costi mensili, fino quasi ad azzerarli?

Potresti anche avere intenzione di accendere un mutuo o surrogarlo, e in questi casi è altamente consigliabile rivolgersi a uno o più consulenti che sappia consigliarti quale sia il conto corrente migliore per le tue necessità, sia per quanto riguarda le operazioni correnti che quelle meno frequenti.

In tutti i casi, il consiglio è quello di leggere i documenti informativi e porre domande in caso di dubbi.